• Norino Cani e Pietro Compagni

Legione della Speranza, 1797

Bandiera a campi verticali della Legione della Speranza, 1797. Scritta LEGIONE DELLA SPERANZA attraversante orizzontalmente i tre campi. Istituiti a Milano fin dal 28 piovoso anno VI (16 febbraio 1797), i Battaglioni della Speranza, veri precursori dello scoutismo di un secolo dopo, erano progettati per l’istruzione premilitare dei giovanetti dai 12 ai 16 anni, (dopo tale età, per i non soggetti alla leva e fino ai 60 anni, era obbligatorio il servizio nella Guardia Nazionale). A maggio dello stesso anno due battaglioni furono creati a Modena e questo vessillo riguarda proprio i giovani di quella città. Anche il colonnello Costante Ferrari iniziò tredicenne la sua avventura militare nel Battaglione della Speranza di Reggio Emilia. Un altro battaglione della speranza, autorizzato dal comandante di piazza Espert, fu organizzato anche a Bologna nel giugno-luglio 1797.

Bibl.: Giuseppe Guidicini, Diario bolognese dall’anno 1796 al 1818, Bologna, Società Tipografica già Compositori, 1886-1887, vol. I, pp. 74-75; Quinto Cenni, I Battaglioni della Speranza, «La Lettura», a. XVI, n° 6, 1 giugno 1916, pp. 557-560; Enrico Ghisi, Il Tricolore Italiano 1796-1870, Milano, Rizzoli, 1931, p. 52; Amedeo Tabanelli, Il “Battaglione della Speranza” in Imola, «Rassegna Storica del Risorgimento», a. XXVIII, fasc. III, maggio-giugno 1941, p. 393.





3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti